News

MUTUI: il piano di ammortamento alla francese non comporta anatocismo

Sentenza | Tribunale di Verona, dott. Andrea Mirenda
24-03-2015 | n.758 | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
Non è concettualmente configurabile il fenomeno anatocistico con riferimento al mutuo con ammortamento c.d. alla francese, difettando – in sede genetica del negozio – il presupposto s... continua

FALLIMENTO – CONTO CORRENTE – AZIONE EX ART. 44 LF – INAMMISSIBILITÀ CUMULO PRELIVI E VERSAMENTI

Sentenza | Corte d’Appello di Napoli, Pres. Rel. Lipani
09-01-2015 | n.108 | Autore: Avv. Antonio De Simone
In tema di inefficacia dei pagamenti eseguiti dopo la dichiarazione di fallimento, la Banca è tenuta a restituire le sole somme ricevute (versamenti).   Non sussiste l’obbligo d... continua

SENTENZE DELLA SETTIMANA

  • La verifica va autonomamente eseguita con riferimento a ciascuna delle due categorie di interessi, senza sommarli tra loro
    Sentenza | Tribunale di Reggio Emilia dott. Gianluigi MORLINI | 24-02-2015 | n.304 | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    Il tasso soglia al di là del quale gli interessi sono considerati usurari, riguarda non solo gli interessi corrispettivi, ma anche quelli moratori; peraltro, la verifica dell’eventuale superamento del tasso deve essere autonomamente eseguita con riferimento a ciascuna delle due categorie di inter... continua
    La natura dei provvedimenti d’urgenza, contemplati dall’art. 700 cpc, rende inammissibile la domanda cautelare volta ad ottenere una inibitoria generalizzata ed indistinta
    Ordinanza | Tribunale Milano, Est. Antonella Cozzi | 28-11-2014 | | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    La natura dei provvedimenti d’urgenza, contemplati dall’art. 700 cpc, rende inammissibile la domanda cautelare volta ad ottenere una inibitoria generalizzata ed indistinta. È quanto affermato dal Tribunale di Milano, in persona del Giudice dott.ssa Cozzi, con ordinanza del 28 novembre 2014,... continua
    La movimentazione di più conti correnti nell’ambito dell’anticipazione bancaria non intacca l’unitarietà del rapporto Banca - cliente
    Sentenza | Tribunale di Messina, Dott.ssa Maria Carmela D’Angelo Balba | 10-03-2015 | n.592 | Autore: Avv. Raffaella Ascione
    Segnalata da Prof. Avv. Giuseppe Sturniolo   L’anticipazione, realizzata nella prassi bancaria mediante la movimentazione di due o più conti correnti di corrispondenza, costituisce nella sostanza un unico rapporto senza soluzione di continuità; questi conti non danno luogo ad autonomi ... continua
    Il contratto di assicurazione sulla vita ha natura mista, previdenziale e di investimento
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezione Prima, Pres. Forte - Rel. Di Virgilio | 06-02-2015 | n.2256 | Autore: Dott.ssa Claudia Simonetti
    Nel caso in cui l'assicuratrice abbia versato al fallito, dopo la dichiarazione di fallimento, gli importi dovuti a titolo di riscatto in relazione al contratto di assicurazione sulla vita stipulato dal fallito in bonis, il pagamento così effettuato rientra nella sanzione di inefficacia di cui all'a... continua
    La scelta del liquidatore di procedere all’estinzione della società senza azionare il credito, deve essere necessariamente interpretata come un’univoca manifestazione di rinuncia alla pretesa
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezione Prima, Pres. Forte - Rel. Didone | 29-01-2015 | n.1732 | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    Qualora all'estinzione della società, di persone o di capitali, conseguente alla cancellazione dal registro delle imprese, non corrisponda il venir meno di ogni rapporto giuridico facente capo alla società estinta, si determina un fenomeno di tipo successorio, in virtù del quale le obbligazioni de... continua
    Il Ministero della Giustizia dirama la Circolare in materia di CU nei giudizi di opposizione all'esecuzione e di opposizione di terzo all'esecuzione
    Altro | Ministero della Giustizia, Dipartimento per gli Affari di Giustizia - Direzione Generale della Giustizia Civile - Ufficio 1° | 03-03-2015 | n.38550 | Autore: Avv. Giorgia Viola
    Non deve essere percepito alcun tipo di contributo unificato per la fase c.d. incidentale, di competenza del giudice dell’esecuzione, relativa alla proposizione del giudizio di opposizione all’esecuzione ex art. 615, comma 2, c.p.c., nelle opposizioni agli atti esecutivi, ex art. 617, comma 2, c.p... continua
segnala un provvedimento
  • SOCIETA’: il diritto si intende rinunciato se il liquidatore non agisce in giudizio per il suo accertamento

    La scelta del liquidatore di procedere all’estinzione della società senza azionare il credito, deve essere necessariamente interpretata come un’univoca manifestazione di rinuncia alla pretesa.
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezione Prima, Pres. Forte - Rel. Didone | 29-01-2015 | n.1732 | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    Qualora all'estinzione della società, di persone o di capitali, conseguente alla cancellazione dal registro delle imprese, non corrisponda il venir meno di ogni rapporto giuridico facente capo alla società estinta, si determina un fenomeno di tipo successorio, in virtù del quale le obbligazioni della società non si estinguono e si trasferi...

    Esecuzioni civili – circolare del Ministero sul contributo unificato

    Il Ministero della Giustizia dirama la Circolare in materia di CU nei giudizi di opposizione all'esecuzione e di opposizione di terzo all'esecuzione.
    Altro | Ministero della Giustizia, Dipartimento per gli Affari di Giustizia - Direzione Generale della Giustizia Civile - Ufficio 1° | 03-03-2015 | n.38550 | Autore: Avv. Giorgia Viola
    Non deve essere percepito alcun tipo di contributo unificato per la fase c.d. incidentale, di competenza del giudice dell’esecuzione, relativa alla proposizione del giudizio di opposizione all’esecuzione ex art. 615, comma 2, c.p.c., nelle opposizioni agli atti esecutivi, ex art. 617, comma 2, c.p.c. e nelle opposizioni di terzo all’esecu...

    CONCESSIONE ABUSIVA DI CREDITO: l’azione di danno non può essere esperita dal curatore

    Nel sistema fallimentare il curatore non è titolare di un potere di rappresentanza di tutti i creditori, indistinto e generalizzato.
    Sentenza | Corte di Appello di Milano, Pres. Fabrizi – Rel. Nardo | 20-03-2015 | n.1229 | Autore: Avv. Antonio De Simone
    Il curatore fallimentare non è legittimato a proporre, nei confronti del finanziatore responsabile (nella specie, una banca), l'azione da illecito aquiliano per il risarcimento dei danni causati ai creditori dall'abusiva concessione di credito diretta a mantenere artificiosamente in vita una impresa decotta, suscitando così nel mercato la fal...
  • FIDEIUSSIONE NEL CONTRATTO DI LOCAZIONE: deve indicare a pena di nullità l’importo massimo garantito

    Quando l’attore non ha dimostrato la propria qualità di creditore la contestazione della nullità di traduce in una mera difesa non soggetta a decadenze.
    Sentenza | Tribunale di Milano, dott. Filippo D’Aquino | 18-03-2015 | | Autore: Dott. Giacomo Romano
    La contestazione della validità della clausola che fonda l’esistenza dell’obbligazione di garanzia, in quanto si traduce nella contestazione dell’esistenza dell’interesse ad agire, si traduce non in una eccezione in senso stretto (indipendentemente dal fatto che la nullità possa essere rilevata di ufficio dal giudice), ma in una cont...

    Il socio illimitatamente responsabile di una società persone, terzo datore ipoteca, risponde integralmente dell'obbligazione, anche a seguito dell'omologazione del concordato

    Il socio di una società di persone che abbia prestato garanzia reale per la società, non può considerarsi terzo ai fini dell’art. 184 lf..
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezioni Unite, Pres ROVELLI - Rel RAGONESI | 16-02-2015 | n.3022 | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    Il socio illimitatamente responsabile di una società di persone che abbia concesso ipoteca per un debito della società, risponde integralmente dell'obbligazione assunta, anche a seguito dell’omologazione del concordato preventivo della società, nei limiti del valore del bene su cui insiste l’ipoteca, indipendentemente dall’applicazione...

    IL TRUST AUTODICHIARATO

    In particolare, le imposte ipotecaria e catastale applicabili sono quelle in misura fissa o proporzionale?.
    Sentenza | Commissione Tributaria Regionale di Napoli, Pres. Ferdinando Cosma - Rel. Paolo Itri | 03-11-2014 | n.9487/31/14 | Autore: Avv. Antonio Arseni Arseni
    L’atto istitutivo del trust (autodichiarato o meno) non può escludersi dall’ambito applicativo dell’art. 2 comma 49 del D.L. 262/2006 in quanto trattasi di tipologia negoziale che rientra pienamente nella categoria di quelli costitutivi di vincoli di destinazione di beni e, quindi, proprio in quanto tali, soggetti ad imposta ipotecaria ...
  • MUTUI: L'AMMORTAMENTO ALLA FRANCESE NON PRODUCE INTERESSI ANATOCISTICI

    GLI INTERESSI SONO COMPUTATI SULLA SORTE CAPITALE DA RESTITUIRE E NON SUGLI INTERESSI DA CORRISPONDERE O CORRISPOSTI IN PRECEDENZA.
    Sentenza | Tribunale di Taranto, dott. Gianfranco Coccioli | 26-01-2015 | n.262 | Autore: Avv. Maria Teresa De Luca
    Il Tribunale di Taranto con la sentenza n. 262 depositata il 26.1.2015 ha affrontato la questione della legittimità del sistema di ammortamento alla francese. Questi i fatti: gli attori, previa declaratoria di nullità di alcune clausole, chiedevano che la banca fosse condannata alla restituzione di somme versate, in esecuzione del contr...

    Le regole fondamentali per l'acquisto all'asta

    Chiunque può partecipare. Cauzione 10% del prezzo base d'asta o offerto, a seconda che la vendita sia con o senza incanto.
    Articolo giuridico | Il Mattino, legalmente | 15-03-2015 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    Quali sono le regole fondamentali per l’acquisto all’asta?   È opinione comune che la partecipazione all’asta sia esclusivamente riservata a operatori specializzati. Acquistare casa all'asta, invece, è un'operazione sostanzialmente facile: basta leggere l’avviso di vendita, depositare l’offerta di acquisto o la domand...

    ESECUZIONE FORZATA: il ricorso per intervento interrompe la prescrizione dal giorno del deposito

    L’atto di intervento è equiparabile alla ‘domanda proposta nel corso di un giudizio’ ex art. 2943 c.c..
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezione Terza, Pres. Salmè - Rel. Stalla | 19-12-2014 | n.26929 | Autore: Avv. Raffaella Ascione
    Nell’espropriazione forzata, il ricorso per intervento, recante istanza di partecipazione alla distribuzione della somma ricavata, è equiparabile alla ‘domanda proposta nel corso di un giudizio’ idonea, ex art. 2943 c.c., ad interrompere la prescrizione dal giorno del deposito del ricorso ed a sospenderne il corso sino all’approvazione...
segnala un provvedimento

PROVVEDIMENTI

  • Portabilità del conto corrente e dei contratti collegati

    Aspetti giuridici e contrattuali, Impatti organizzativi e gestionali Trasparenza Commissioni e anatocismo Orientamenti dell’ABF.
    Altro | Synergia Formazione | 16-04-2015 | | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    Convegno organizzato da Synergia Formazione Milano 16 aprile 2015 Starhotels Ritz La portabilità del conto corrente nel D.L. 3/2015: aspetti giuridici, problematiche gestionali e riflessi sull’attività bancaria L’impatto della portabilità sui contratti standard e sull’or-ganizzazione delle banche I rapporti di conto corrente...

    L’USURA BANCARIA NEL CONTO CORRENTE E NEL MUTUO

    tecnica, dottrina e giurisprudenza.
    Altro | studiogarola & PERITUS FORMAZIONE | 27-03-2015 | | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    PROGRAMMA CONVEGNO: “L’USURA BANCARIA NEL CONTO CORRENTE E NEL MUTUO ... ed altre divagazioni: tecnica, dottrina e giurisprudenza” Torino, Art Hotel Boston (Sala Convegni) – Via Andrea Massena n. 70 – 10128 Torino Venerdì 27 marzo 2015 studiogarola & PERITUS FORMAZIONE 9:30 Dott. Roberto Marcelli – Studio Marcelli Roma – Co...

    Contratti di finanziamento e contenzioso bancario

    Il problema del tasso floor e dei derivati impliciti.
    Altro | Milano | 24-03-2015 | n.dirittobancario.it | Autore: Redazione Ex Parte Creditoris
    Convegno organizzato da Diritto Bancario.it Milano 24 marzo 2015 Centro Congresso Palazzo Stelline - Analisi profili di validità ed efficacia delle clausole floor, cap e collar - Individuazione disciplina normativa applicabile ai derivati incorporati nei contratti di finanziamento - Definizione strategie processuali del Cliente e della Ba...
  • Il pagamento nelle mani dell'ufficiale giudiziario

    E' il mezzo con cui il debitore può evitare il pignoramento, versando l'intera somma per cui si procede.
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 08-03-2015 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
    Il pagamento nelle mani dell’ufficiale giudiziario: uno strumento per evitare il pignoramento Il pagamento nelle mani dell’ufficiale giudiziario è disciplinato dall’art. 494 cpc ed è il mezzo offerto al debitore per evitare il  pignoramento mediante il “versamento” o il “deposito” nelle mani dell’ufficiale giudiziario della so...

    Aste, la sospensione concordata tra le parti

    Procedura sospesa per un massimo di 24 mesi, su istanza di tutti i creditori muniti di titolo esecutivo, sentito il debitore.
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 01-03-2015 | | Autore: Avv. Giorgia Viola
    Il Giudice, su istanza di tutti i creditori muniti di titolo esecutivo, sentito il debitore, può sospendere temporaneamente la procedura esecutiva per un periodo massimo di ventiquattro mesi, così come dispone l’art. 624 bis cpc.  Introdotta dalla legge n. 263/2005 e dalla legge n. 52/2006, la norma richiamata realizza il giusto compromesso...