Rivista giuridica online ExParteCreditoris.it: provvedimenti e sentenze segnalate da Giudici, Avvocati e Banche. Periodico d'informazione giuridica per studi legali Direttore responsabile Avv. Antonio De Simone - ISSN 2385-1376
BREAKING NEWS
  • MEDIAZIONE: i possibili effetti del diniego dell’organismo alla partecipazione telematica
  • USURA BANCARIA: estendere la verifica agli interessi moratori sarebbe incostituzionale
  • USURA: la CMS fuori dal TEG fino al 1 gennaio 2010
  • OPPOSIZIONE A D. I. EUROPEO: è onere del ricorrente riassumere la causa dinanzi all’autorità nazionale
  • SOCIETA’ DI PERSONE: il titolo esecutivo emesso in danno della stessa vale anche contro il socio illimitatamente responsabile
  • MUTUO: l’ammortamento alla francese non provoca fenomeno anatocistico
  • LEASING : il piano di ammortamento “alla francese” non implica anatocismo
  • MEDIAZIONE IN APPELLO: in caso di mancato esperimento del procedimento, il gravame è inammissibile
  • FALLIMENTO: regolare la notifica a mezzo PEC del decreto di fissazione d'udienza e del ricorso dell’avvocato del creditore
  • PROCEDURA ESECUTIVA: STOP SE LA VENDITA E’ INFRUTTUOSA
  • RIPETIZIONE INDEBITO: grava sul correntista l’onere di produrre in giudizio il contratto
  • USURA: la CMS nel TEG solo a far data dal 1 gennaio 2010
  • MEDIAZIONE: se l’istanza è generica, la domanda giudiziale è improcedibile
  • STRUMENTI FINANZIARI: l’investitore che lamenta la violazione degli obblighi informativi deve provare danno e nesso di causalità
  • USURA: la mora media va aumentata con un delta del 2,10%
  • LEASING FINANZIARIO: in caso di previsione del tasso di interesse variabile, non vi è alcun derivato implicito
  • NOTIFICHE A MEZZO PEC: la ricevuta di avvenuta consegna fa fede fino a prova contraria
  • CONTRATTI QUADRO IRS: validi anche se manca la sottoscrizione della Banca
  • CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA: valido ed efficace il contratto con firma del solo cliente
  • CONCORDATO PREVENTIVO: la mancata attribuzione ai chirografari è causa di risoluzione immediata
  • USURA: è inammissibile la sommatoria tra interessi corrispettivi e moratori
  • CONCORDATO PREVENTIVO: la rinunzia e la nuova domanda per procrastinare la dichiarazione di fallimento
  • CONTRATTI BANCARI: pienamente validi ed efficaci pur in presenza della sottoscrizione del solo cliente
  • OPPOSIZIONE ALLO STATO PASSIVO: non è ammissibile il ricorso incidentale proposto dal curatore
  • VITTIME DI ESTORSIONE OD USURA: inapplicabile la sospensione della fase pre-fallimentare ex art. 20, comma 4, L. 44/1999
  • ASSEGNO: l’emissione in bianco o postdatato, consegnato a garanzia di un debito, è contraria a  norme imperative
  • PIGNORAMENTO IMMOBILIARE: il nuovo avvertimento al debitore
  • CONCORDATO IN BIANCO: è necessaria l’audizione del debitore prima della pronuncia di inammissibilità
  • USURA: La L. 108/1996 non ha efficacia retroattiva
  • USURA BANCARIA: anche per la Cassazione la CMS è irrilevante fino al 31 dicembre 2009
  • FIDEIUSSIONE: il pagamento a prima richiesta e senza eccezioni configura il contratto come autonomo di garanzia
  • Decreto legge n. 59 del 3 maggio 2016: cambiano le modalità di attuazione dell’ordine di liberazione
  • MUTUO FONDIARIO: è lecito il contratto stipulato per sanare debiti pregressi verso la Banca mutuante
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il certificato di mancata opposizione del decreto ingiuntivo è sufficiente
  • ASSEGNO BANCARIO: il termine di prescrizione dell’azione risarcitoria da protesto illegittimo decorre dalla oggettiva percepibilità del danno
  • RIPETIZIONE INDEBITO: azione infondata in assenza dei documenti giustificativi del credito
  • ATP SU CONTO CORRENTE: inammissibile per la risoluzione di questioni giuridiche complesse
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il curatore non può chiedere la revocazione del credito della Banca ammesso per operazioni in derivati
  • RIPETIZIONE INDEBITO: il correntista deve individuare le rimesse solutorie asseritamente non dovute
  • USURA: CMS esclusa da calcolo TEG per periodo antecedente a legge n. 2/2009
  • CONTRATTO DI CONTO CORRENTE: valido anche in mancanza della firma della banca
  • MEDIAZIONE: è onere del debitore-opponente iniziare la procedura
  • AGEVOLAZIONI PER ACQUISTI IMMOBILIARI GIUDIZIARI: il punto

Collabora con Noi

News

IMMOBILI ALL’ASTA: alcuni suggerimenti per un acquisto sicuro

La partecipazione alle aste immobiliari costituisce una modalità alternativa per l’acquisto di un immobile e può risultare estremamente conveniente e sicura, in quanto la documentazione depositata dal creditore e l’ampiezza dei compiti attr... Leggi tutto

Collabora con Noi

Sentenze della Settimana

Collabora con Noi

Provvedimenti

INDEBITO BANCARIO: nulla la domanda che rinvia a relazione tecnica senza l’indicazione delle singole rimesse

E’ nulla in forma insanabile la domanda di ripetizione di indebito che non indichi le singole rimesse di cui chiede la restituzione nell’atto introduttivo della lite e tale mancanza non può essere sopperita dal deposito della perizia di parte a cui la domanda di indebit... Leggi tutto

CONTO CORRENTE: la Banca può negare rilascio nuovo carnet in caso di irregolare utilizzo del servizio con assegni postdatati o scoperti

Segnalata dall’avv. Francesco Florimonte del foro di Salerno La banca può negare il rilascio di un nuovo libretto degli assegni al correntista ove ravvisi un utilizzo irregolare del servizio di pagamento con assegni postdatati e talvolta privi di copertura immediata tra... Leggi tutto

ACQUISTO ALL’ ASTA: è possibile comprare un immobile abusivo?

E’ possibile trasferire in sede esecutiva un immobile che presenti in tutto o in parte abusi, in quanto la nullità dei trasferimenti aventi ad oggetto gli immobili abusivi costruiti dopo il 17 marzo 1985, prevista dall’art.46 del Testo unico edilizia (DPR 380/2001), non... Leggi tutto

ESECUZIONI IMMOBILIARI: i rapporti riepilogativi del delegato alla vendita

A cura del Dott. Franco Confalonieri Con il contributo in allegato il Dott. Franco Confalonieri (Studio Meli S.r.l.) opera una minuziosa disamina dei nuovi oneri di relazione imposti ai Delegati alla vendita per effetto delle modifiche introdotte dal Decreto-Legge 3 mag... Leggi tutto

ESECUZIONE IMMOBILIARE: precedente locazione con canone “vile”, non vincolante per aggiudicatario

Segnalata dall’avv. Federico Restano del foro di Torino L’aggiudicatario di un immobile di una vendita forzata può non rispettare la precedente locazione qualora il prezzo convenuto sia vile e cioè inferiore di un terzo al giusto prezzo ex art. 2923 c.c., terzo comma; t... Leggi tutto

Collabora con Noi

REVOCATORIA FALLIMENTARE: è inammissibile su ricavato vendita titoli in pegno irregolare versato direttamente al creditore

Segnalata dall’Avv. Marco Di Benedetto del foro di Roma Non è revocabile, ai sensi dell’art. 67, primo comma, n. 2, L.F., il pagamento eseguito, nel periodo sospetto, mediante versamento diretto al creditore pignoratizio, da parte dell’acquirente del bene da... Leggi tutto

USURA: la formula della Banca d’Italia deve ritenersi l’unica applicabile

Segnalata dall’avv. Alberto Ferioli del foro di Reggio Emilia La formula della Banca d’Italia deve ritenersi l’unica applicabile per pervenire a risultati attendibili ed omogenei, ciò in quanto il tasso soglia viene determinato con decreto ministeriale trime... Leggi tutto

ORDINE DI ESIBIZIONE: ammissibile solo se il documento è indispensabile ai fini decisori

Stante il diritto sostanziale ex art. 119, comma 4, c.p.c. riconosciuto al correntista di chiedere e ottenere dalla banca tutta la documentazione contabile inerente al rapporto, è evidente che nel caso in cui il correntista non produca la documentazione contabile a sost... Leggi tutto

EREDITÀ: la denuncia di successione non vale come accettazione tacita

L’accettazione tacita di eredità può desumersi soltanto dall’esplicazione di un’attività personale del chiamato, tale da integrare gli estremi dell’atto gestorio incompatibile con la volontà di rinunziare, e non altrimenti giustificabile se non i... Leggi tutto

CONTESTAZIONI ALLA CTU: ammissibili anche se contenute in un parere tecnico depositato con la comparsa conclusionale

Le contestazioni alla consulenza tecnica di ufficio sollevate dalle parti e non integranti eccezioni di nullità relative al suo procedimento, come tali disciplinate dagli artt. 156 e 157 c.p.c., costituiscono argomentazioni difensive che, sebbene non di carattere tecnic... Leggi tutto