News

USURA: IL METODO DI CALCOLO DEL TEG CON L’INCLUSIONE DELLA CMS NON È CONDIVISIBILE

Sentenza | Tribunale di Milano, dott.ssa Antonella Cozzi
01-07-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
La domanda di restituzione di indebito bancario per l’accertamento dell’usura fondata sul calcolo di inclusione della CMS nel calcolo del TEG è destituita di fondamento e va sanzionata ... continua

MUTUO: valido il piano di ammortamento progressivo alla “francese”

Sentenza | Tribunale di Salerno dott. Alessandro Brancaccío
30-01-2015 | n.587 | Autore: Dott. Walter Giacomo Caturano
Nel contratto di mutuo basato su ammortamento progressivo "alla francese" non si verifica alcun fenomeno anatocistico se la quota degli interessi viene computata sul debito residuo del perio... continua

SENTENZE DELLA SETTIMANA

  • Articolo giuridico | Procedura esecutiva | 26-02-2015 | | Autore: Notaio Fabrizio Corrente
    Il principio di continuità delle trascrizioni ai sensi dell’art. 2650 c.c. per orientamento consolidato trova piena applicazione anche nell’ambito della procedura esecutiva. La mancanza della trascrizione di un’accettazione di eredità, espressa o tacita, nel ventennio anteriore alla trascrizione ... continua
    Sentenza | Tribunale Napoli, dott.ssa Alessia Notaro | 31-10-2014 | n.14377/2014 | Autore: Avv. Sabino Rascio
    Di seguito si riportano i principi affermati dal Tribunale di Napoli, Sezione VII, dott.ssa Alessia Notaro con la sentenza n. 14377 del 31 ottobre 2014. La cessione del credito, effettuata in funzione solutoria, si caratterizza come anomala rispetto al pagamento effettuato in danaro o con titoli di cr... continua
    In presenza di un contratto autonomo di garanzia i garanti non possono avvalersi in sede processuale del regime tipico delle eccezioni fideiussorie
    Sentenza | Tribunale di Roma, dott.ssa Andreina Gagliardi | 16-02-2015 | n.3645 | Autore: Dott.ssa Claudia Simonetti
    In tema di contratto autonomo di garanzia l’assunzione da parte del garante dell’impegno di effettuare il pagamento a richiesta del beneficiario della garanzia comporta la rinunzia ad opporre le eccezioni inerenti al rapporto principale, ivi comprese quelle relative all’invalidità ed inefficacia d... continua
    In caso di sopravvenuto fallimento il comodante fallito, nella persona del curatore, ha diritto a ricevere la restituzione immediata del bene
    Sentenza | Tribunale di Taranto, dott. Claudio Casarano | 23-01-2015 | n.200 | Autore: Dott. Giacomo Romano
    Il diritto del comodatario non è mai opponibile al fallimento, a prescindere della sua durata ed anche quando sia di data certa anteriore. Questo l’interessante principio affermato recentemente dal Tribunale di Taranto, dott. Claudio Cesarano, con la sentenza n. 200 del 23.01.2015. Il fallimento... continua
    La portata della clausola di salvezza nelle disposizioni segnaletiche in ambito di concordato preventivo in bianco o con continuità aziendale
    Ordinanza | Tribunale Monza, Pres. Modignani – Rel. Mariconda | 22-12-2014 | | Autore: Dott.ssa Carla Talamona
    Testo della massima La comunicazione della Banca d'Italia del 7 febbraio 2014 precisa che le esposizioni debitorie di imprese ammesse alla procedura di concordato preventivo in bianco o a quella di concordato preventivo con continuità aziendale vengano segnalate alla Centrale rischi come "incagliate", ... continua
    L'ISTANZA DI ESIBIZIONE EX ART. 210 C.P.C. E' INAMMISSIBILE NEL CASO IN CUI ABBIA A OGGETTO DOCUMENTI DIRETTAMENTE ACCESSIBILI ALLA PARTE ISTANTE
    Sentenza | Tribunale di Taranto, Dott.ssa Rossella Di Todaro | 04-02-2015 | n.390 | Autore: Avv. Maria Teresa De Luca
    Anche il Tribunale di Taranto, in persona della dott.ssa Rossella Di Todaro, con la sentenza n. 390 depositata in data 4 febbraio 2015, si è uniformato all'orientamento ormai prevalente tra i giudici di merito in tema di onere della prova  e  mancato esercizio della facoltà prevista dall'art. 119 T.U... continua
segnala un provvedimento
  • Revocatoria: il procedimento di cancellazione di ipoteca giudiziale va sospeso fino alla definizione della causa ex art. 2901 cc

    Il creditore può iscrivere ipoteca sui beni costituiti in fondo patrimoniale ed avviare il relativo giudizio revocatorio.
    Ordinanza | Tribunale di Mantova, dott.ssa Alessandra Venturini | 10-02-2015 | | Autore: Avv. Giorgio Orioli
    Il procedimento per la cancellazione di ipoteca giudiziale va sospeso fino alla definizione della causa ex art. 2901 cc. Il creditore può iscrivere ipoteca sui beni costituiti in fondo patrimoniale ed avviare il relativo giudizio revocatorio. Il Tribunale di Mantova con ordinanza del 10 febbraio 2015, dott.ssa Alessandra Venturini, ha disposto ...

    USURA: infondatezza dei calcoli difformi dalle direttive di Bankitalia

    Una generica deduzione della difficoltà economica esclude anche l’usura soggettiva.
    Sentenza | Tribunale di Milano, G.U. dott. Francesco Ferrari | 22-01-2015 | n.875 | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    La capitalizzazione degli interessi, per i rapporti di conto corrente sorti sotto la vigenza della delibera CICR del 9 febbraio 2000, è lecita e non produce alcun fenomeno anatocistico vietato ai sensi dell’art. 1283 cc, ove avvenga con pari periodicità per gli interessi creditori e debitori. Tale liceità non è esclusa quando, nel caso concre...

    USURA BANCARIA: la rilevazione del TEGM relativa agli interessi corrispettivi è inutilizzabile per gli interessi moratori

    Il fondamento della legge 108/96 prevede il confronto tra dati omogenei.
    Sentenza | Tribunale di Milano, G.U. dott. Francesco Ferrari | 29-01-2015 | n.1242 | Autore: Avv. Antonio De Simone
    Ai fini dell’applicazione della normativa antiusura, atteso che le rilevazioni dei Tassi Effettivi Globali Medi da parte di Bankitalia sono sempre state condotte con riferimento esclusivamente ai tassi corrispettivi, ad oggi non è possibile una verifica in termini oggettivi del carattere usurario degli interessi moratori. In mancanza di un te...

    USURA BANCARIA: gli interessi di mora non sono soggetti al rispetto delle soglie

    Diversamente il legislatore sarebbe schizofrenico, imponendo ex art.1284 cc tassi legali di mora usurari.
    Ordinanza | Tribunale di Cremona. Dott. Giulio Borella | 09-01-2015 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
    Gli interessi di mora non sono soggetti al rispetto delle soglie di usura. È quanto affermato dal Tribunale di Cremona, dott. Giulio Borella, con l’ordinanza del 9 gennaio 2015, sulla base di una rilettura complessiva della disciplina antiusura, alla luce della riforma dell’art.1284 c.c. (ad opera del D.L. 132/2014).  Venendo per or...
  • FALLIMENTO: il comodato non è mai opponibile anche quando sia di data certa anteriore

    In caso di sopravvenuto fallimento il comodante fallito, nella persona del curatore, ha diritto a ricevere la restituzione immediata del bene.
    Sentenza | Tribunale di Taranto, dott. Claudio Casarano | 23-01-2015 | n.200 | Autore: Dott. Giacomo Romano
    Il diritto del comodatario non è mai opponibile al fallimento, a prescindere della sua durata ed anche quando sia di data certa anteriore. Questo l’interessante principio affermato recentemente dal Tribunale di Taranto, dott. Claudio Cesarano, con la sentenza n. 200 del 23.01.2015. Il fallimento affermava che il fallito risultava proprieta...

    INSOLVENZA IN CORSO DI CONCORDATO: OBBLIGO DI SEGNALAZIONE “A SOFFERENZA”

    La portata della clausola di salvezza nelle disposizioni segnaletiche in ambito di concordato preventivo in bianco o con continuità aziendale.
    Ordinanza | Tribunale Monza, Pres. Modignani – Rel. Mariconda | 22-12-2014 | | Autore: Dott.ssa Carla Talamona
    Testo della massima La comunicazione della Banca d'Italia del 7 febbraio 2014 precisa che le esposizioni debitorie di imprese ammesse alla procedura di concordato preventivo in bianco o a quella di concordato preventivo con continuità aziendale vengano segnalate alla Centrale rischi come "incagliate", salvo che non sussistano elementi obbiettivi ...

    ORDINE ESIBIZIONE – MANCATA RICHIESTA ALLA BANCA EX ART. 119 TUB

    L'ISTANZA DI ESIBIZIONE EX ART. 210 C.P.C. E' INAMMISSIBILE NEL CASO IN CUI ABBIA A OGGETTO DOCUMENTI DIRETTAMENTE ACCESSIBILI ALLA PARTE ISTANTE.
    Sentenza | Tribunale di Taranto, Dott.ssa Rossella Di Todaro | 04-02-2015 | n.390 | Autore: Avv. Maria Teresa De Luca
    Anche il Tribunale di Taranto, in persona della dott.ssa Rossella Di Todaro, con la sentenza n. 390 depositata in data 4 febbraio 2015, si è uniformato all'orientamento ormai prevalente tra i giudici di merito in tema di onere della prova  e  mancato esercizio della facoltà prevista dall'art. 119 T.U.B., decidendo, ancora una volta,  in senso ...
  • PIGNORAMENTO MOBILIARE: il creditore può accedere all’anagrafe dei conti correnti

    Il creditore procedente può essere autorizzato a chiedere tutte le informazioni per l’individuazione di cose e crediti da sottoporre ad esecuzione..
    Ordinanza | Tribunale Mantova, dott.ssa Laura De Simone | 03-02-2015 | | Autore: redazione ex parte
    Il Tribunale, se non dispone di idonee strutture tecnologiche, può autorizzare il creditore procedente, in possesso del titolo esecutivo, ad ottenere direttamente dai gestori delle banche dati le informazioni nelle stesse contenute, senza necessità di attendere i decreti attuativi di cui all’art. 155 quater disp. att. cpc. Così si è pronun...

    REGISTRAZIONE DELLA SENTENZA E TERMINE BREVE DI IMPUGNAZIONE

    È possibile ottenere la copia uso notifica della sentenza pur senza aver proceduto al pagamento dell’imposta di registro.
    Sentenza | Cassazione civile, Sezione Prima | 13-02-2015 | n.2950 | Autore: Dott. Micaela De Vivo
    In ordine alla questione se la mancata registrazione della sentenza soggetta a impugnazione incida o meno sulla idoneità della notificazione della stessa sentenza non registrata ai fini della decorrenza del termine breve per l'impugnazione di cui al combinato disposto degli articoli 325 e 326, primo comma, c.p.c. deve ribadirsi che: a) con la rec...

    La rettifica dell'iscrizione ipotecaria quando vi sono errori sugli elementi essenziali

    Sono essenziali gli elementi riguardanti la esatta identificazione dei soggetti coinvolti nonché l’oggetto sul quale ricade la garanzia ipotecaria e del credito garantito.
    Sentenza | Cassazione civile, Sezione Terza | 05-02-2015 | n.2075 | Autore: Avv. Antonio Arseni
    Gli errori consistenti in omissioni od inesattezze che inducano incertezza sugli elementi essenziali della nota di iscrizione ipotecaria, ovvero sulla identità del debitore o del creditore, sull’ammontare del credito o sulla individuazione del bene concesso in garanzia (quindi, sulla esatta identificazione dei soggetti coinvolti, dell’oggetto ...
  • Procedura esecutiva su un immobile da costruire

    ESPROPRIAZIONE FORZATA AVENTE AD OGGETTO IMMOBILI DA COSTRUIRE: DIRITTO DI PRELAZIONE DELL’ACQUIRENTE.
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 22-02-2015 | | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    Il Decreto Legislativo n.122 del 20/6/2005 di attuazione alla legge n. 210 del 2/8/ 2004, pubblicato sulla GU n.155 del 6/7/2005, è volto a rafforzare la tutela degli acquirenti di “immobili da costruire” nel caso in cui il costruttore “in crisi” sia assoggettato a procedura esecutiva, avente ad oggetto l'immobile di cui al contratto concl...

    PROVVISORIA ESECUTIVITA': deve essere concessa se il decreto ingiuntivo poggia su estratti conto bancari

    L’estratto conto ex art. 50 TUB ha valore di prova anche in un giudizio ordinario a cognizione piena.
    Ordinanza | Tribunale di Nola, dott.ssa Francesca Console | 20-02-2015 | | Autore: Dott. Walter Giacomo Caturano
    L’istanza di provvisoria esecuzione deve essere concessa quando concerne un decreto ingiuntivo fondato su estratti conto bancari, in quanto tali documenti hanno efficacia di prova anche nel giudizio ordinario a cognizione piena. Gli estratti conto bancari sono rivestiti della connotazione di incontestabilità limitatamente alle annotazioni con...

    REVOCATORIA FALLIMENTARE: le segnalazioni di mero “sconfino” non integrano la “scientia decoctionis”

    Il curatore deve fornire la prova concreta ed effettiva dell’elemento soggettivo.
    Sentenza | Tribunale di Tivoli, dott. Fernando Scolaro | 10-02-2015 | n.308 | Autore: Dott. Giacomo Romano
    Si ringrazia per la segnalazione l’avv. Andrea Fioretti del Foro di Roma Le segnalazioni di sconfinamento sugli affidamenti rilevano unicamente la registrazione di uno sconfino e rappresentano un atto obbligatorio per l'Istituto bancario, senza che da esso possa evincersi la consapevolezza che la società si trovasse in una situazione di insol...
segnala un provvedimento

PROVVEDIMENTI

  • Contratti di finanziamento e contenzioso bancario

    Il problema del tasso floor e dei derivati impliciti.
    Altro | Milano | 24-03-2015 | n.dirittobancario.it | Autore: redazione ex parte
    Convegno organizzato da Diritto Bancario.it Milano 24 marzo 2015 Centro Congresso Palazzo Stelline - Analisi profili di validità ed efficacia delle clausole floor, cap e collar - Individuazione disciplina normativa applicabile ai derivati incorporati nei contratti di finanziamento - Definizione strategie processuali del Cliente e della Ba...

    ANATOCISMO E USURA

    Reclami, contestazioni, contenzioso nell’attività bancaria e finanziaria.
    Altro | Synergia Formazione, Starhotels Ritz - Milano | 26-02-2015 | | Autore: redazione ex parte
    ANATOCISMO E USURA Reclami, contenzioso, contenzioso nell’attività bancaria e finanziaria Orientamenti dottrinali e giurisprudenziali Milano, 26-27 febbraio 2015 Starhotels Ritz Synergia Formazione È stata presentata domanda di accreditamento (CFP) al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano non ché agli ordini competenti ...

    Alla vendita in sede esecutiva non si applica la garanzia per i vizi della cosa

    .
    Articolo giuridico | Il Mattino, legalmente | 01-02-2015 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
    Nel caso in cui il bene venduto in sede esecutiva sia affetto da vizi, il trasferimento coattivo è immutabile, in quanto ai sensi dell’art. 2922 cc l’aggiudicatario non può far valere la garanzia per vizi, né esperire l’azione di rescissione per lesione. La vendita avviene, quindi, nello stato di fatto e di diritto in cui l’im...
  • RAPPORTO TRA PROCEDURA ESECUTIVA INDIVIDUALE E CONCORSUALE

    .
    Articolo giuridico | Il Mattino, legalmente | 11-01-2015 | | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    L’art. 41 del Testo Unico Bancario dispone che l’azione esecutiva sui beni ipotecati a garanzia di finanziamenti fondiari può essere iniziata o proseguita dalla Banca anche dopo la dichiarazione di fallimento. In base a tale norma, l’istituto di credito che ha concesso un finanziamento a medio e lungo termine garantito da ipoteca d...

    VERSAMENTO DEL SALDO PREZZO E DEGLI ONERI ACCESSORI

    .
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 14-12-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    Il versamento del prezzo è disciplinato dall’art. 585 cpc, che dispone che “L'aggiudicatario deve versare il prezzo nel termine e nel modo fissati dall'ordinanza che dispone la vendita a norma dell'articolo 576, e consegnare al cancelliere il documento comprovante l'avvenuto versamento”. Entro il termine indicato nell’offerta di acquist...