Rivista giuridica online ExParteCreditoris.it: provvedimenti e sentenze segnalate da Giudici, Avvocati e Banche. Periodico d'informazione giuridica per studi legali Direttore responsabile Avv. Antonio De Simone - ISSN 2385-1376
BREAKING NEWS
  • MEDIAZIONE: illegittima la nomina del consulente tecnico su richiesta di una sola parte
  • PCT: l’istanza di visibilità del fascicolo telematico equivale a conoscenza legale degli atti del procedimento
  • MEDIAZIONE: i possibili effetti del diniego dell’organismo alla partecipazione telematica
  • USURA BANCARIA: estendere la verifica agli interessi moratori sarebbe incostituzionale
  • USURA: la CMS fuori dal TEG fino al 1 gennaio 2010
  • OPPOSIZIONE A D. I. EUROPEO: è onere del ricorrente riassumere la causa dinanzi all’autorità nazionale
  • SOCIETA’ DI PERSONE: il titolo esecutivo emesso in danno della stessa vale anche contro il socio illimitatamente responsabile
  • MUTUO: l’ammortamento alla francese non provoca fenomeno anatocistico
  • LEASING : il piano di ammortamento “alla francese” non implica anatocismo
  • MEDIAZIONE IN APPELLO: in caso di mancato esperimento del procedimento, il gravame è inammissibile
  • FALLIMENTO: regolare la notifica a mezzo PEC del decreto di fissazione d'udienza e del ricorso dell’avvocato del creditore
  • PROCEDURA ESECUTIVA: STOP SE LA VENDITA E’ INFRUTTUOSA
  • RIPETIZIONE INDEBITO: grava sul correntista l’onere di produrre in giudizio il contratto
  • USURA: la CMS nel TEG solo a far data dal 1 gennaio 2010
  • MEDIAZIONE: se l’istanza è generica, la domanda giudiziale è improcedibile
  • STRUMENTI FINANZIARI: l’investitore che lamenta la violazione degli obblighi informativi deve provare danno e nesso di causalità
  • USURA: la mora media va aumentata con un delta del 2,10%
  • LEASING FINANZIARIO: in caso di previsione del tasso di interesse variabile, non vi è alcun derivato implicito
  • NOTIFICHE A MEZZO PEC: la ricevuta di avvenuta consegna fa fede fino a prova contraria
  • CONTRATTI QUADRO IRS: validi anche se manca la sottoscrizione della Banca
  • CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA: valido ed efficace il contratto con firma del solo cliente
  • CONCORDATO PREVENTIVO: la mancata attribuzione ai chirografari è causa di risoluzione immediata
  • USURA: è inammissibile la sommatoria tra interessi corrispettivi e moratori
  • CONCORDATO PREVENTIVO: la rinunzia e la nuova domanda per procrastinare la dichiarazione di fallimento
  • CONTRATTI BANCARI: pienamente validi ed efficaci pur in presenza della sottoscrizione del solo cliente
  • OPPOSIZIONE ALLO STATO PASSIVO: non è ammissibile il ricorso incidentale proposto dal curatore
  • VITTIME DI ESTORSIONE OD USURA: inapplicabile la sospensione della fase pre-fallimentare ex art. 20, comma 4, L. 44/1999
  • ASSEGNO: l’emissione in bianco o postdatato, consegnato a garanzia di un debito, è contraria a  norme imperative
  • PIGNORAMENTO IMMOBILIARE: il nuovo avvertimento al debitore
  • CONCORDATO IN BIANCO: è necessaria l’audizione del debitore prima della pronuncia di inammissibilità
  • USURA: La L. 108/1996 non ha efficacia retroattiva
  • USURA BANCARIA: anche per la Cassazione la CMS è irrilevante fino al 31 dicembre 2009
  • FIDEIUSSIONE: il pagamento a prima richiesta e senza eccezioni configura il contratto come autonomo di garanzia
  • Decreto legge n. 59 del 3 maggio 2016: cambiano le modalità di attuazione dell’ordine di liberazione
  • MUTUO FONDIARIO: è lecito il contratto stipulato per sanare debiti pregressi verso la Banca mutuante
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il certificato di mancata opposizione del decreto ingiuntivo è sufficiente
  • ASSEGNO BANCARIO: il termine di prescrizione dell’azione risarcitoria da protesto illegittimo decorre dalla oggettiva percepibilità del danno
  • RIPETIZIONE INDEBITO: azione infondata in assenza dei documenti giustificativi del credito
  • ATP SU CONTO CORRENTE: inammissibile per la risoluzione di questioni giuridiche complesse
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il curatore non può chiedere la revocazione del credito della Banca ammesso per operazioni in derivati
  • RIPETIZIONE INDEBITO: il correntista deve individuare le rimesse solutorie asseritamente non dovute
  • USURA: CMS esclusa da calcolo TEG per periodo antecedente a legge n. 2/2009
  • CONTRATTO DI CONTO CORRENTE: valido anche in mancanza della firma della banca
  • MEDIAZIONE: è onere del debitore-opponente iniziare la procedura
  • AGEVOLAZIONI PER ACQUISTI IMMOBILIARI GIUDIZIARI: il punto

Collabora con Noi

News

PROCEDURE ESECUTIVE: LA LOCAZIONE CON CANONE “VILE” È INOPPONIBILE ALL’ AGGIUDICATARIO

Il regime delle locazioni nell’ambito della vendita forzata è regolato dal combinato disposto dell’art. 2923 comma 1 cc e dell’art. 2919 c.c., dai quali si ricava il principio generale per cui le locazioni, aventi ad oggetto l’immobile pign... Leggi tutto

Collabora con Noi

Sentenze della Settimana

CONTRATTI BANCARI: sufficiente la sola firma del cliente

Segnalato da Avv. Mauro Gheda – Studio Legale Bazoli e Associati di Brescia  La parte che non ha materialmente sottoscritto il contratto per il quale sia richiesta dalla legge la forma scritta può validamente perfezionarlo, al fine di farne valere gli effetti cont... Leggi tutto

    CONTRATTI BANCARI: validi anche se sottoscritti soltanto dal cliente

      Segnalato da Avv. Mauro Gheda – Studio Legale Bazoli e Associati di Brescia In materia di contratti bancari, il contraente che non abbia sottoscritto l’atto può perfezionare il negozio con la produzione in giudizio del documento al fine di farne valer... Leggi tutto

    CONTRATTO BANCARIO: valido anche se sottoscritto dal solo cliente

    Il requisito della forma scritta previsto per i contratti bancari è soddisfatto anche in presenza della sola sottoscrizione del cliente su moduli predisposti dalla Banca, qualora il rapporto contrattuale abbia avuto pacifica esecuzione.  La produzione in giudizio di una... Leggi tutto

    ATP: inammissibile se finalizzato all’accertamento dell’usura, di pretese restitutive o di non debenza

    Procedimento patrocinato da De Simone Law Firm Il ricorso ex art 696-bis c.p.c. è inammissibile se finalizzato all’accertamento dell’usura e, quindi, di pretese restitutive o di non debenza in quanto tali questioni presuppongono assorbenti e preliminari valu... Leggi tutto

    INDEBITO BANCARIO: inammissibile l’uso delle scritture di raccordo

    Segnalato dall’ Avv. Pasquale Villanova di Avellino Il correntista nel rispetto del principio dell’onere probatorio di cui all’art. 2697 c.c, deve a supporto della propria pretesa allegare l’andamento del conto corrente dall’inizio del rapporto, onde v... Leggi tutto

Collabora con Noi

Provvedimenti

LEASING: a fronte di pretesa ritentiva di terzo ex art. 2756 c.c., il lessor può chiedere al curatore di acquisire il bene al fallimento

LA MASSIMA Avverso la pretesa creditoria di un soggetto terzo al rapporto di leasing ed alla connessa pretesa ritentiva del bene già oggetto del rapporto di locazione finanziaria, previo deposito tempestivo della domanda di rivendicazione, il lessor può chiedere al cura... Leggi tutto

ATP: nei casi di eccezionale urgenza, si può richiedere innanzi al Tribunale del luogo in cui la prova deve essere assunta

Nei procedimenti di istruzione preventiva la deroga alla competenza del giudice che sarebbe competente per la causa di merito, nelle ipotesi di eccezionale urgenza, non è limitata alla sola assunzione di testimoni, ma si estende anche all’accertamento tecnico preventivo... Leggi tutto

VENDITE ALL’ASTA: ULTERIORI INCENTIVI FISCALI SULLE SPESE DI TRASFERIMENTO

Ancora più conveniente, dal 1 gennaio 2017, l’acquisto di immobili all’asta. L’art. 1, comma 32, della Legge n. 232 dell’11.12.2016 (cd. legge di stabilità 2017) ha, infatti, introdotto una serie di rilevanti novità in materia di agevolazioni fiscali previste per i tras... Leggi tutto

CLASS ACTION: l’ordinanza di ammissibilità emessa da Corte d’Appello in sede di reclamo non è ricorribile in Cassazione

L’ordinanza di ammissibilità dell’azione di classe emessa dalla Corte d’Appello in sede di reclamo, si compone di una pluralità di statuizioni tutte rivolte alla fase successiva, anche quelle volte ad escludere l’inammissibilità dell’azione... Leggi tutto

ASSEGNO CIRCOLARE CLONATO: il comportamento imprudente del cliente contribuisce causalmente alla produzione dell’evento

 Nel caso di clonazione di assegni bancari, il comportamento del cliente, il quale, con imprudenza, invii la fotografia del titolo al presunto venditore a seguito dell’adesione ad una proposta di vendita, semplicemente appresa da un sito internet, in assenza di necessar... Leggi tutto

Collabora con Noi

INTERESSI MAGGIORATI EX ART. 1284, CO. 4, C.C.: sempre dovuti in ipotesi domanda di pagamento degli interessi legali

In materia di interessi legali ai sensi dell’art 1284, comma 4, c.c., la liquidazione degli interessi “maggiorati” non è subordinata alla specifica richiesta del creditore, essendo sul punto sufficiente una mera domanda di pagamento degli interessi legali.  L’individuaz... Leggi tutto

USURA: gli interessi di mora devono essere considerati autonomamente ai fini della verifica di usurarietà

Essendo pacifica la diversa natura degli interessi corrispettivi e di quelli moratori, se ne deve concludere che dovendo ciascuna tipologia separatamente rispettare il tasso soglia, se sono usurari solo gli interessi moratori, solo questi ultimi non siano dovuti, in app... Leggi tutto

RESPONSABILITÀ NOTAIO NEL MUTUO IPOTECARIO: inadempiente se omette di accertare l’esistenza di vincoli archeologici

L’esistenza di vincoli archeologici, i quali concorrono certamente alla configurazione giuridica della proprietà incidendo negativamente sul valore di mercato dei beni coinvolti, rientra sicuramente nel contenuto obbligatorio informativo della relazione notarile p... Leggi tutto

PCT: l’istanza di visibilità del fascicolo telematico equivale a conoscenza legale degli atti del procedimento

L’accoglimento dell’istanza di visibilità del fascicolo telematico depositata dal procuratore della parte rappresentata è idonea a far ritenere che quest’ultima abbia avuto conoscenza legale degli atti del procedimento ed a far, conseguentemente, decorrere il term... Leggi tutto

MEDIAZIONE: il termine assegnato dal giudice per l’avvio del procedimento è perentorio

Il termine di quindici giorni per la presentazione dell’istanza di mediazione, previsto dall’art. 5, co. 1-bis, D.Lgs. 28/2010, ha, in ragione della sua funzione e delle conseguenze decadenziali che il suo mancato rispetto determinano, natura perentoria.  Il manca... Leggi tutto