Rivista giuridica online ExParteCreditoris.it: provvedimenti e sentenze segnalate da Giudici, Avvocati e Banche. Periodico d'informazione giuridica per studi legali Direttore responsabile Avv. Antonio De Simone - ISSN 2385-1376
BREAKING NEWS
  • ALEXA CERTIFICA IL RANK DI EX PARTE CREDITORIS AL NUMERO 2635
  • OPPOSIZIONE ALLO STATO PASSIVO: non è ammissibile il ricorso incidentale proposto dal curatore
  • VITTIME DI ESTORSIONE OD USURA: inapplicabile la sospensione della fase pre-fallimentare ex art. 20, comma 4, L. 44/1999
  • ASSEGNO: l’emissione in bianco o postdatato, consegnato a garanzia di un debito, è contraria a  norme imperative
  • PIGNORAMENTO IMMOBILIARE: il nuovo avvertimento al debitore
  • CONCORDATO IN BIANCO: è necessaria l’audizione del debitore prima della pronuncia di inammissibilità
  • USURA: La L. 108/1996 non ha efficacia retroattiva
  • USURA BANCARIA: anche per la Cassazione la CMS è irrilevante fino al 31 dicembre 2009
  • FIDEIUSSIONE: il pagamento a prima richiesta e senza eccezioni configura il contratto come autonomo di garanzia
  • Decreto legge n. 59 del 3 maggio 2016: cambiano le modalità di attuazione dell’ordine di liberazione
  • MUTUO FONDIARIO: è lecito il contratto stipulato per sanare debiti pregressi verso la Banca mutuante
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il certificato di mancata opposizione del decreto ingiuntivo è sufficiente
  • ASSEGNO BANCARIO: il termine di prescrizione dell’azione risarcitoria da protesto illegittimo decorre dalla oggettiva percepibilità del danno
  • RIPETIZIONE INDEBITO: azione infondata in assenza dei documenti giustificativi del credito
  • ATP SU CONTO CORRENTE: inammissibile per la risoluzione di questioni giuridiche complesse
  • AMMISSIONE AL PASSIVO: il curatore non può chiedere la revocazione del credito della Banca ammesso per operazioni in derivati
  • RIPETIZIONE INDEBITO: il correntista deve individuare le rimesse solutorie asseritamente non dovute
  • USURA: CMS esclusa da calcolo TEG per periodo antecedente a legge n. 2/2009
  • CONTRATTO DI CONTO CORRENTE: valido anche in mancanza della firma della banca
  • MEDIAZIONE: è onere del debitore-opponente iniziare la procedura
  • AGEVOLAZIONI PER ACQUISTI IMMOBILIARI GIUDIZIARI: il punto

News

ANATOCISMO: Ecco la delibera CICR di attuazione dell’art. 120 TUB

Con un comunicato diramato lo scorso 5 agosto sul proprio sito web, il Ministero dell’Economia e delle Finanze annuncia l’imminente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’attesa delibera CICR di attuazione dell’art... Leggi tutto

Collabora con Noi

Sentenze della Settimana

CONTRATTO QUADRO INVESTIMENTI: valido anche se non sottoscritto dalla Banca

Segnalata da Roberto Rusciano di Napoli LA MASSIMA I contratti relativi alla prestazione dei servizi di investimento e accessori sono redatti per iscritto e un esemplare è consegnato al cliente. Nei casi di inosservanza della forma prescritta, il contratto è nullo. La n... Leggi tutto

Collabora con Noi

Provvedimenti

CONTRATTI BANCARI: validi anche se sottoscritti dal solo cliente

Provvedimento segnalato da Giovan Battista Casalini In materia di validità del contratto bancario sottoscritto solo dal cliente, la produzione in giudizio del documento sottoscritto dalla controparte contrattuale costituisce valido “equipollente” della sottoscrizione ma... Leggi tutto

USURA: per gli interessi di mora la soglia si determina aumentando il tasso medio del 2,10%

Provvedimento segnalato da Roberto Rusciano Per verificare l’usurarietà oggettiva del tasso di mora, che non viene rilevato dai decreti trimestrali ministeriali, si deve operare un aumento del tasso medio rilevato dalla Banca d’Italia con un delta del 2,10%. Se è... Leggi tutto

L’OPPOSIZIONE ALL’ESECUZIONE PUÒ ESSERE PROPOSTA FINO AL MOMENTO DELL’EMISSIONE DELL’ORDINANZA DI VENDITA

Tra le modifiche apportate dall’art. 4 del DL59/2016, convertito  dalla legge 119/2016, una delle più importanti ha ad oggetto l’introduzione del termine ultimo per la proposizione dell’opposizione ex art. 615 cpc. È stata, infatti, stabilita l’inammissibilità dell’oppo... Leggi tutto

FONDO PATRIMONIALE: l’onere della prova dei presupposti di applicabilità dell’art. 170 c.c. grava sul debitore esecutato

L’onere della prova, ai sensi dell’art. 2697 c.c., dei presupposti di applicabilità dell’art. 170 c.c., grava su chi intenda avvalersi del regime di impignorabilità dei beni costituiti in fondo patrimoniale. Il criterio identificativo dei debiti per i quali... Leggi tutto

FALLIMENTO: è competente il giudice italiano in caso di trasferimento fittizio all’estero della sede legale d’impresa

La presunzione di coincidenza della sede effettiva di una società con la sede legale non opera allorquando al trasferimento all’estero della sede legale non abbia fatto seguito l’effettivo esercizio di attività imprenditoriale nella nuova sede, nonché lo stabilimento pr... Leggi tutto

AZIONE DI RIPETIZIONE: inammissibile l’accertamento dell’indebito già oggetto di precedente pronuncia

E’ inammissibile la domanda avente ad oggetto la ripetizione delle somme di danaro indebitamente percepite nel corso del rapporto bancario dall’Istituto di credito, qualora riferita allo stesso rapporto di conto corrente già oggetto di precedente accertamento in sede gi... Leggi tutto

NOTIFICA A MEZZO PEC: è esclusa la nullità se l’atto ha raggiunto lo scopo a cui è destinato

Il principio, sancito in via generale dall’art. 156 c.p.c., secondo cui la nullità non può essere mai pronunciata se l’atto ha raggiunto lo scopo a cui è destinato, vale anche per le notificazioni, anche in relazione alle quali la nullità non può essere dich... Leggi tutto

RIPETIZIONE INDEBITO: l’onere probatorio del correntista non subisce deroga neanche quando abbia ad oggetto “fatti negativi”

L’onere probatorio gravante, a norma dell’art. 2697 c.c., su chi intende far valere in giudizio un diritto, ovvero su chi eccepisce la modifica o l’estinzione del diritto da altri vantato, non subisce deroga neanche quando abbia ad oggetto “fatti... Leggi tutto

USURA: la sospensione dei procedimenti pendenti ex L. 44/1999 non esclude la facoltà del giudice di dichiarare il fallimento

La sospensione dei procedimenti pendenti, in favore del soggetto vittima di richieste estorsive o di usura, prevista dalla L. 23 febbraio 1999, n. 44, art. 20, comma 4 (a tenore del quale “Sono sospesi per la medesima durata di cui al comma 1 – id est per tr... Leggi tutto

CONSULENZA TECNICA PREVENTIVA: inammissibile per questioni giuridiche complesse tipiche di un giudizio a cognizione piena

La consulenza tecnica preventiva non può essere disposta quando la decisione della controversia implicherebbe la soluzione di questioni giuridiche complesse o l’accertamento di fatti che esulino dall’ambito delle indagini di natura tecnica, nonché, in assenz... Leggi tutto