News

USURA: ancora un “NO” alla tesi della sommatoria degli interessi moratori con i corrispettivi

Sentenza | Tribunale di Torino, dott. Enrico Astuni
17-09-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
È costata cara al cliente di una banca un’infondata opposizione a decreto ingiuntivo, proposta sul presupposto dell’erronea tesi della sommatoria tra interessi moratori e corrispettivi.... continua

USURA BANCARIA: divieto di sommatoria del tasso di mora al tasso di leasing

Sentenza | Tribunale di Milano, dott.ssa M.T. Zugaro
12-11-2014 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
Si ringrazia per la segnalazione della sentenza l'Avv. Alberto Sandrini Arriva dal Tribunale di Milano un nuovo “no” alla sommatoria del tasso corrispettivo e del tasso moratorio per ... continua

SENTENZE DELLA SETTIMANA

  • Ai fini dell’ammissione di un credito al passivo del fallimento, non è utilizzabile il decreto ingiuntivo emesso prima della dichiarazione di fallimento, perché privo della indispensabile natura di «sentenza impugnabile»
    Sentenza | Cassazione Civile, Sezione Sesta | 09-10-2014 | n.21364 | Autore: Dott.ssa Sabrina Caporale
    In caso di dichiarazione di fallimento intervenuta nelle more del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo proposto dal debitore ingiunto poi fallito, il creditore opposto deve partecipare al concorso con gli altri creditori previa domanda di ammissione al passivo ai sensi dell'articolo 52 Lf, non es... continua
    I versamenti su conto con saldo passivo non hanno effetto solutorio ma meramente ripristinatorio della provvista
    Sentenza | Tribunale di Padova, dott.ssa Maria Antonia Maiolino | 31-07-2014 | n.2537 | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    In presenza di un conto affidato, ogni versamento intervenuto su conto con saldo passivo non ha effetto solutorio, ma meramente ripristinatorio della provvista della banca, in virtù del contratto di apertura di credito. La ripetizione con consequenziale condanna alla restituzione può esser... continua
    La risoluzione comporta altresì il diritto del concedente all’equo compenso per l'uso della cosa oltre al risarcimento del danno
    Sentenza | Tribunale di Firenze, dott.ssa Anna Primavera | 18-07-2014 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
    In caso di risoluzione del contratto di leasing per inadempimento dell’utilizzatore, quest’ultimo è tenuto all’immediata restituzione del bene oggetto della locazione finanziaria, con diritto alla restituzione dei canoni pagati, salvo un equo compenso e l’eventuale risarcimento del danno, in app... continua
    La quantificazione del minimo vitale spetta al Giudice dell’Esecuzione e va compiuta in concreto
    Sentenza | Cassazione civile, Sezione Terza | 26-08-2014 | n.18225 | Autore: Avv. Antonio Arseni
    Appena tre mesi fa la Corte di Cassazione è stata nuovamente chiamata a pronunciarsi su un tema molto sensibile, laddove si consideri anche l'attuale congiuntura economica, per cui già in precedenza aveva fornito il proprio contributo nomofilattico, riguardante la pignorabilità della pensione minima e... continua
    Articolo giuridico | Il Mattino - Legalmente | 16-11-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    QUAL E’ LA DIFFERENZA TRA LA VENDITA SENZA INCANTO E QUELLA CON INCANTO? Quando si decide di partecipare all’asta bisogna tener ben presente la sostanziale diversità tra la vendita senza incanto e quella con incanto.  La vendita senza incanto è caratterizzata dalla segretezza: l’interessat... continua
    La liceità discende dal rispetto della delibera CICR del 9 febbraio 2000
    Sentenza | Tribunale di Napoli, dott. Pastore Alinante | 03-11-2014 | | Autore: redazione ex parte
    In materia di contratto di conto corrente bancario, è lecita e va applicata la clausola recante la capitalizzazione trimestrale degli interessi che preveda la pari periodicità per i conti sia attivi che passivi, nel rispetto di quanto prescritto dalla delibera CICR del 9 febbraio 2000. Lo ha ribadit... continua
segnala un provvedimento
  • USURA BANCARIA: la CMS va esclusa dal computo del TEG per i rapporti ante 2010

    l’art. 2 bis L 27/2009 non ha valore interpretativo della normativa passata.
    Ordinanza | Corte di Appello di Milano, Pres. dott. Canzio, Rel. dott.ssa Fiecconi | 20-10-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    Per i rapporti sorti prima del 2010, le Commissioni di Massimo Scoperto vanno escluse dal computo del tasso da raffrontare alla soglia. Invero, alla stregua delle istruzioni date dalla Banca d’Italia, per il periodo di indagine, le stesse non andavano computate nel calcolo del TEG, atteso che l’art.2 bis della Legge 27/2009 - che include le ...

    USURA: ecco le regole che disciplinano l’interesse di mora

    La verifica va effettuata sulla singola rata e non sull’intero finanziamento.
    Ordinanza | Tribunale di Cremona, dott. Giulio Borella | 30-10-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    Ai fini del verificarsi dell’usura il tasso di mora dovrà essere raffrontato al tasso soglia maggiorato dei 2,1 punti percentuali rilevati dai Decreti Ministeriali. La verifica dell’usurarietà degli interessi di mora va effettuata sulla singola rata e non sull’intero finanziamento. In ipotesi di usurarietà degli interessi di mora è ...

    ISTRUZIONI BANCA D'ITALIA: norme tecniche autorizzate dal legislatore secondario

    Le istruzioni della Banca d'Italia danno uniforme applicazione all’art. 644, comma quarto, c.p..
    Sentenza | Tribunale di Milano, dott. Antonio Stefani | 21-10-2014 | | Autore: Avv. Maria Teresa De Luca
    Il Tribunale di Milano con l'ordinanza ex art. 702 ter c.p.c. depositata in data 21.10.2014, si è pronunciato su una domanda di ripetizione di indebito fondata sul superamento del tasso soglia in relazione alla misura degli interessi debitori applicati dalla Banca. Le doglianze della società ricorrente fondavano sulle risultanze di una consule...

    USURA: la nullità parziale dei moratori ex art. 1419 c.c. non si estende ai corrispettivi

    Il principio di conservazione degli atti giuridici unitamente all’art. 1224, cc lascia intatta l’operatività dei corrispettivi.
    Ordinanza | Tribunale di Taranto, dott. Claudio Casarano | 17-10-2014 | | Autore: Dott. Walter Giacomo Caturano
    Interessi corrispettivi e moratori sono istituti aventi diversa causa e non necessariamente dall’invalidità dell’uno deriva anche quella dell’altro: gli interessi moratori assolvono ad una funzione risarcitoria forfetizzata e preventiva del danno da ritardo nel pagamento di una somma esigibile; quelli corrispettivi implicano la regolare esec...
  • MANDATO: la rinuncia non fa venir meno la domiciliazione

    Occorre, invero, che la essa venga espressamente revocata.
    Sentenza | Cassazione penale, Sezione Prima | 23-10-2014 | n.44263 | Autore: Dott.ssa Alfonsina Biscardi
    La rinuncia al mandato difensivo da parte del difensore di fiducia non fa venir meno l’efficacia dell’elezione di domicilio presso il suo studio eseguita dall’imputato, se essa non viene espressamente revocata.  Questo è il principio di diritto ribadito dalla I sezione penale della Corte di Cassazione con l’ordinanza n.44263 del  19 s...

    ORDINE ESIBIZIONE EX ART. 210 CPC – DINIEGO – DISCONOSCIMENTO GENERICO

    La parte ha l’onere di provare ed allegare quanto assume violato.
    Sentenza | Tribunale Marsala, dott.ssa Marchesina Palermo | 10-09-2014 | n.903 | Autore: Avv. Maria Teresa De Luca
    Muta il Tribunale ma non l'orientamento: il giudice non può accedere alla richiesta attorea, tesa ad ottenere l'ordine di esibizione in giudizio degli originali dei contratti di conto corrente da parte della banca, se il disconoscimento operato dalla stessa è estremamente generico e non si è prima  fatto ricorso all'ingiunzione per consegna. ...

    Collegamento negoziale: non può costituire il mezzo per evitare la nullità di un singolo contratto collegato

    Collegamento negoziale e nullità del singolo contratto al vaglio della Cassazione.
    Sentenza | Corte di Cassazione, Sezione Terza | 10-10-2014 | n.21417 | Autore: Avv. Gian Luca Matarazzi
    E' nullo per mancanza dell'oggetto, che dovrebbe essere costituito dal complesso dei beni aziendali materiali ed immateriali, il preliminare di vendita del ramo di azienda il cui oggetto sia costituito dal solo avviamento, non autonomamente cedibile. Né l'esistenza dell'oggetto del contratto predetto può ricavarsi dalla interazione degli effetti ...
  • COMPUTO DEI TERMINI A RITROSO: si individua il “dies ad quem” e non il “dies a quo”

    In caso di termini da computarsi a ritroso, la scadenza è anticipata al giorno precedente non festivo.
    Sentenza | Cassazione civile, Sezione Terza | 30-06-2014 | n.14767 | Autore: Dott.ssa Roberta Giliberti
    Il quarto comma dell'art. 155 cod. proc. civ. (diretto a prorogare al primo giorno non festivo il termine che scada in un giorno festivo) e il successivo quinto comma del medesimo articolo (introdotto dall'art. 2, comma 1, lett. f, della legge 28 dicembre 2005, n. 263, e diretto a prorogare al primo giorno non festivo il termine che scada nella gio...

    La giustizia tributaria italiana “sospettata” di violare la CEDU

    I Giudici della CTP di Reggio Emilia sollevano eccezione di legittimità costituzionale.
    Ordinanza | Commissione Tributaria Provinciale, Pres. Montanari – Rel. Gianferrari | 23-09-2014 | n.280/3/14 | Autore: Avv. Dante Acierno
    I Giudici della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia con l’ordinanza n. 280/3/2014 hanno prospettato possibili profili di incompatibilità dell’attuale assetto ordinamentale della giustizia tributaria rispetto all’art. 6 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo ed all’art. 111 della Costituzione, sollevando un’ecce...

    COMPENSI PROFESSIONALI: dovuti anche se il cliente richiede un parere all’avvocato

    Anche se il cliente decide di non affidare al legale l'incarico di assistenza in giudizio.
    Ordinanza | Cassazione Civile, Sezione Sesta | 27-10-2014 | n.22737 | Autore: Avv. Leonardo Serra
    L'avvocato ha diritto al riconoscimento del proprio compenso professionale allorquando il cliente si rivolge al professionista per sottoporgli l'esame di un atto processuale sebbene, successivamente, decida di non conferire al medesimo l'incarico di assistenza nel relativo giudizio. Questo è il principio sancito dalla Cassazione nella sentenza ...
  • PRECETTO: l’omessa indicazione della data di notifica del titolo non è causa di nullità

    È sufficiente che il precettato sia posto in condizione di identificare il titolo esecutivo della preannunzia esecuzione.
    Sentenza | Tribunale di Livorno, Dott.ssa Nicoletta Marino | 18-10-2014 | n.1349 | Autore: Dott.ssa Claudia Simonetti
    Si ringrazia per la segnalazione della sentenza l'avv. Valerio Vatteroni del Foro di Livorno L’omessa indicazione in un precetto della data di notifica del titolo esecutivo non comporta nullità ove il precettato sia in condizioni di identificare senza incertezze il titolo in forza del quale s'intende procedere esecutivamente. L’avviso di...

    AMMISSIONE AL PASSIVO: i casi di prededucibilità endofallimentare sono tipici ed eccezionali

    .
    Decreto | Tribunale di Napoli, dott. Angelo Napolitano | 07-10-2014 | n.13987 | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    I casi di prededucibilità endofallimentare dei crediti maturati in pendenza della (o in vista dell’ammissione alla) procedura di concordato preventivo sono tipici ed eccezionali, e trovano la loro fonte esclusivamente nella legge. Tra i crediti prededucibili nel concordato preventivo non rientra il caso dei crediti locatizi, anche alla luce d...

    MEDIAZIONE: nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo deve essere intentata dall’opponente

    Il mancato esperimento del tentativo di mediazione da parte dell’opponente determina il passaggio in giudicato del decreto ingiuntivo.
    Sentenza | Tribunale di Firenze, dott. Alessandro Ghelardini | 30-10-2014 | | Autore: Dott.ssa Claudia Simonetti
    Nel procedimento di opposizione a decreto ingiuntivo, il mancato esperimento del tentativo di mediazione delegata da parte dell’opponente determina l’improcedibilità dell’opposizione con conseguente passaggio in giudicato del decreto ingiuntivo opposto. E’ questo l’innovativo principio espresso dal Tribunale di Firenze, in persona del...
segnala un provvedimento

PROVVEDIMENTI

  • Problemi attuali della disciplina dell'usura

    Giornata di studio in onore di Franco Belli - Università di Napoli "Federico II".
    Altro | Dipartimento di Giurisprudenza, C.So Umberto I, Napoli - Aula Pessina | 20-11-2014 | | Autore: redazione ex parte
    In allegato la locandina del convegno "Problemi attuali della disciplina dell'usura", che si terrà il 26 novembre p.v., dalle ore 14,30 alle ore 18,30 presso l'Aula Pessina del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II" ...

    È possibile sottoporre ad esecuzione la quota di un bene indiviso?

    .
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 02-11-2014 | | Autore: Avv. Maria Luigia Ienco
    È possibile sottoporre ad esecuzione la quota di un bene indiviso? Il pignoramento dei beni indivisi presuppone che uno stesso bene sia oggetto di una molteplicità di diritti reali identici nel contenuto (ad esempio la comproprietà) oppure diversi tra loro (ad esempio l’usufrutto e la nuda proprietà). Oggetto dell’esecuzione non è il...

    Pignoramento di un bene in comunione legale

    .
    Sentenza | Il mattino, legalmente | 26-10-2014 | | Autore: Avv. Giorgia Viola
    PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DEL CREDITORE PARTICOLARE SUL BENE IN COMUNIONE LEGALE: LA META’ DEL RICAVATO VA AL CONIUGE NON ESECUTATO  La comunione legale tra i coniugi costituisce una comunione senza quote, nella quale i coniugi sono solidalmente titolari di un diritto avente ad oggetto tutti i beni di essa e rispetto alla quale non è ammessa ...
  • L'aggiudicatario deve farsi carico dei debiti condominiali

    .
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 19-10-2014 | | Autore: Avvocato Camilla Perone Pacifico
    In che misura è obbligato l’aggiudicatario è al pagamento dei debiti condominiali pregressi inerenti l’immobile acquistato nella procedura esecutiva?  Il problema riguardante la ripartizione delle spese condominiali tra venditore ed acquirente degli immobili ubicati in stabili condominiali è disciplinato dall’art. 63, 2° comma, delle ...

    Espropriazione dei beni sottoposti a vincolo culturale

    .
    Articolo giuridico | Il mattino, legalmente | 12-10-2014 | | Autore: Avv. Antonio De Simone
    ESPROPRIAZIONE DEI BENI SOTTOPOSTI A VINCOLO CULTURALE  È possibile vendere all'asta un immobile rientrante nella categoria dei beni culturali, qualificati  dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 come "le cose immobili e mobili che, ai sensi degli articoli 10 e 11, presentano interesse artistico, storico, archeologico, etnoant...